DOCCE & DEPOSITO BORSE | Rimini Marathon – Maratona di Rimini

DOCCE CALDE, SPOGLIATOI & DEPOSITO BORSE

Palasport Flaminio

Poco distante dall’Arco d’Augusto dove si conclude il percorso della Maratona di Rimini l’atleta potrà fare la doccia calda e cambiarsi comodamente.

Quando

30 Aprile 2017

Orario

07,00-08,15 | Zona Cambio – Consegna Borse

da ore 12,00 | Zona cambio – Doccia – Ritiro borse

Dove

Via Flaminia 28

Dall’Arco proseguire per 550 mt sempre dritto fino al Palasport Flaminio

Palasport_Flaminio_(esterno,_maggio_2011)

Storia

Il Palasport Flaminio (detto anche PalaFlaminio) è situato a Rimini.

Nonostante il progetto relativo alla sua costruzione fosse datato 1962, la struttura è stata realizzata in due tronconi diversi: la prima parte fu completata nel 1972, ebbe un costo di 183 milioni di lire e comprendeva solamente la piscina e la palestra ginnica. Un secondo lotto, ovvero la sala principale adibita allo svolgimento della pallacanestro, fu ufficialmente aperta il 25 settembre del 1977 con una serie di eventi.

Il programma inaugurale prevedeva al mattino una commemorazione per Luciano Vendemini seguita dall’incontro di pallamano fra Rapida Rimini e Volani Rovereto. Nel pomeriggio ci fu una sfida di pallamano femminile fra le selezioni di Italia e Istria, quindi alle ore 17:30 iniziò l’amichevole benefica disputata tra l’allora Sarila Rimini guidata da Alberto Bucci e l’Auxilium Torino. Al termine, la giornata fu chiusa da un’esibizione di ginnastica artistica.

Nel corso degli anni il Flaminio è stato teatro di epiche sfide ed infuocati derby (per esempio con Forlì negli anni ’90), e il suo parquet oltre ad aver visto la massima serie per parecchi anni è stato calcato da grandi campioni di basket, dalla superstar NBA del passato Dominique Wilkins alla stella NBA di oggi Manu Ginobili passando per Toni Kukoč, Mike D’Antoni e tanti altri.

Viene usato regolarmente anche per altri sport, soprattutto pallamano e calcio a 5, oltre che per gli allenamenti dei Crabs.

Il Flaminio è stato il palazzetto dello sport di riferimento per la pallacanestro fino al 2 febbraio 2003, quando i Crabs Rimini giocarono la loro prima partita al nuovissimo 105 Stadium battendo Scafati. Durante questo periodo, i Crabs occasionalmente giocavano qui qualche partita interna qualora il 105 Stadiumfosse stato occupato da altri concerti o eventi. Tuttavia nel 2011, complice la caduta del club nel dilettantismo dovuta a problemi economici, il Flaminio è tornato ad essere il palasport principale.

Il cuore del palazzetto (laddove è anche compreso il campo da gioco) è la cosiddetta Sala Vendemini dedicata al compianto Luciano Vendemini, ex cestista riminese che vestì anche la maglia della Nazionale. Vendemini, all’epoca in maglia torinese, morì il 20 febbraio 1977 durante un prepartita alPalasport Villa Romiti di Forlì a causa di un improvviso malore.

Curiosità

Qui il 26 gennaio 1995 il giocatore di pallacanestro Carlton Myers, allora appartenente alla squadra riminese sponsorizzata Teamsystem, segnò personalmente 87 punti, stabilendo il record (tuttora imbattuto) di punti segnati da un singolo giocatore in una partita di serie A (poi vinta 147-99 contro Udine).